domenica 10 gennaio 2010

Analisilogica - Ma c'era il sole
Video e testo


"Ma c'era il sole" degli Analisilogica esclusa da Sanremo 2010.
Il brano che parla di un ragazzino mutilato da una mina. "Non idoneo", così è stato deciso. La band parla di censura politica e pubblica video e testo su Youtube.
La frase “Gli uomini bianchi che parlano quella lingua strana non mi piacciono. E’ colpa loro se adesso la mia famiglia non è più felice” è stata ritenuta in contrasto con l’articolo 3 del suddetto regolamento che vieta brani “discriminatori in ragione di età, sesso, orientamento sessuale, condizioni personali e sociali, razza, lingua, nazionalità, opinioni politiche e sindacali, credenze religiose“.

Gli Analisilogica:
Abbiamo motivo di credere che si tratti di un atto di censura politica verso un pezzo liberamente ispirato ai principi della Convenzione internazionale sui diritti del Fanciullo della Dichiarazione universale sui Diritti umani, in alcun modo lesiva della dignità di nessuno e tantomeno offensiva verso alcuna categoria. E’ un atto inaccettabile (siamo nel 2010), ingiustificato e in contrasto con l’articolo 21 della Costituzione italiana.



IL testo

Mi hai preso l’anima,
mi stavo preparando a crescere
E vorrei giocare coi miei amici per la strada
E fare come i bambini felici del mondo
del mondo
Piovono bombe vere mentre tu giochi con i soldatini neri
La vostra guerra non è mia e la disprezzerò per sempre
io la disprezzerò!
E vorrei giocare coi miei amici per la strada
E fare come i bambini felici
Ma vorrei gettare al vento la vostra divisa
Amplificare la mia voce muta nel mondo
Il soffitto della mia casa è fatto di ragni,
serpenti,
scorpioni e zanzare.
Ogni tanto si vede qualche stella
finché l'uomo col fucile
non decide di spegnerla.
Io sono povero però ho tanti amici,
anzi... ne avevo tanti.
Molti si sono persi,
sono andati via e non si sa dove sono.
E' per questo che non devo mai uscire di casa.
A me piace giocare però ci sparano addosso.
Ma perché lo fanno?
Ma vorrei gettare al vento la vostra divisa
Amplificare la mia voce muta nel mondo
Gli uomini bianchi che parlano quella lingua strana
non mi piacciono.
E' colpa loro se adesso la mia famiglia
non è più felice.
Il Papà non ride più e la Mamma piange sempre
Da quel giorno non ha mai smesso...
Io lo sapevo che non dovevo uscire a giocare
ma c'era il sole
non lo so cos'è successo però ho sentito un gran rumore
e adesso non ho più le gambe me le hanno portate
via per sempre.

Nessun commento:

Posta un commento